Cosa fa

– C’era una volta… – Un re! – diranno subito i miei piccoli lettori. – No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno. Non era un legno di lusso, ma un semplice pezzo da catasta…. 

Inizia così anche la storia della Scuola Primaria Polo Senza Zaino di Invorio: c’era una volta un semplice pezzo di legno, un’idea di scuola che ha preso forma gradualmente, una scultura collettiva in divenire. Quando le giriamo intorno, per osservarla da vari punti di vista, troviamo sempre qualcosa da sagomare meglio e allora ci rimettiamo all’opera con rinnovata passione. 

Chi partecipa alla nostra opera collettiva? 

Un gruppo di INSEGNANTI che si è allargato man mano che sono aumentate le classi: da tre nell’anno scolastico 2015/16 a sei, con la nuova prima, a settembre 2020. Insegnanti che hanno aderito al modello consapevoli che “essere Senza Zaino” vuol dire essere disponibili a una formazione specifica iniziale che prosegue negli anni, a lavorare insieme, a condividere saperi, competenze, soddisfazione per le fughe in avanti e frustrazione per i momenti di stallo. 

I BAMBINI E LE BAMBINE che nella nostra scuola, nelle nostre aule, trovano spazi, frutto di lavoro artigianale prevalentemente volontario, pensati per farli sentire a proprio agio, per far crescere la consapevolezza di sé nella costante relazione con gli altri, per stimolare empatia e suscitare senso di appartenenza alla comunità, per apprendere il valore della cura dei luoghi e delle persone, per mettere in movimento la loro mente senza rinunciare al corpo, all’azione e alle emozioni. 

LE FAMIGLIE: mamme e papà che hanno messo a disposizione tempo e lavoro volontario per rendere più belli e accoglienti gli spazi, che hanno messo in campo iniziative per raccogliere fondi utili all’acquisto di materiale scolastico, che in questo periodo hanno messo a disposizione le loro competenze informatiche per far partire la didattica a distanza, che partecipano alla vita della scuola anche con critiche costruttive e proposte. 

La nostra non è un’opera da polverosa collezione, è un’opera da museo interattivo: dinamica, aperta al cambiamento, al contributo di tutti. 

Quali sono i requisiti per partecipare? Condividere e praticare con coerenza i tre valori fondanti e imprescindibili della Scuola Senza Zaino: OSPITALITÀ, RESPONSABILITÀ, COMUNITÀ.

 

DISTRETTI E CURRICOLO: Il vero nucleo del PTOF è la costruzione del Curricolo Verticale di istituto. Funzionale a tale obiettivo è l’articolazione dell’Istituto in tre distretti territoriali: Invorio, Lesa, Meina. Fanno capo al distretto di Invorio: SI di Paruzzaro, SP di Paruzzaro, SP di Invorio, SSPG di Invorio. Il curricolo si compone di attività interdisciplinari e di scelte di ordine metodologico, valutativo, organizzativo e di contenuto, che hanno lo scopo di sviluppare competenze di cittadinanza e disciplinari, previste al termine del primo ciclo di istruzione.DIDATTICA INNOVATIVA E PER COMPETENZE: Nella realizzazione del curricolo verticale ogni comunità educante promuove una didattica innovativa e laboratoriale con l’obiettivo di giungere all’acquisizione da parte dell’alunno di competenze, conoscenze, abilità ed atteggiamenti autonomi e responsabili.APERTURA AL TERRITORIO:I tre distretti nella progettazione delle attività curano i legami col territorio, promuovendo iniziative sinergiche.FORMAZIONE:Particolare spazio è dato alle attività di formazione proposte sia ai docenti sia ai genitori, in ambito di osservazione dell’alunno nel contesto educativo, gestione del team di lavoro e comunicazione scuola-famiglia

Servizi

Servizi di cui la struttura è responsabile

Organizzazione e contatti

Dipende da
Contatti
  • Telefono: tel. 0322 098369
  • Email: primaria.invorio@icvergante.edu.it