Cosa fa

Nel plesso della Scuola Primaria di Nebbiuno negli ultimi sei anni è stata avviata una sperimentazione di didattica attiva che si ispira ai principi del Metodo Montessori. Quattro gli elementi cardine su cui si fonda la nostra didattica: l’ambiente, la maestra, la libera scelta e i materiali.
Importante è la preparazione dell’ambiente: l’insegnante predispone l’ambiente e lo organizza permettendo al bambino di prendere, utilizzare e riporre i materiali in totale autonomia. I materiali di psicogrammatica, psicoaritmetica e cosmica che i bambini ogni giorno trovano sugli scaffali, sono frutto di una scelta consapevole e accurata della maestra, che pensa ai bisogni di apprendimento, alla sperimentazione e alla crescita di ogni bambino. Il centro è il bambino.

L’insegnante non prepara lezioni frontali: nelle nostre aule non c’è la cattedra, ma sedendosi di fianco al bambino l’insegnante presenta il materiale che ha preparato. La maestra in classe parla poco, interviene quando il materiale viene utilizzato in modo improprio, ma osserva costantemente il bambino, rispettandone i tempi individuali di concentrazione e di sviluppo. I bambini in aula non hanno un posto fisso, ma sono liberi di muoversi e scegliere il luogo più adeguato per il lavoro scelto (banco, tappeto, corridoio….). Per la maggior parte del tempo il bambino lavora in libera scelta, i materiali di apprendimento di ogni disciplina sono sempre a sua disposizione sugli scaffali e in qualsiasi momento della giornata sono a disposizione. Grazie ai materiali autocorrettivi il bambino impara a sperimentare l’errore come parte del processo di crescita e sviluppa una maggiore consapevolezza delle proprie abilità. Le insegnanti non danno voti, ma comunicano alle famiglie i progressi e le modalità di lavoro con una relazione personale per ogni bambino. Nelle ore extrascolastiche non vengono assegnati compiti, ma solo la lettura di libri che i bambini possono scegliere nella biblioteca scolastica.

Tutti gli anni il Plesso collabora con il Comune e l’A.I.B. di Nebbiuno per organizzare la Castagnata nel mese di ottobre e da quest’anno anche la Festa di Natale e Carnevale.
Negli ultimi due anni sono stati realizzati nuovi progetti:

  • Progetto informatica: l’aula di informatica è stata smantellata e i computer sono diventati un materiale a disposizione dei bambini all’interno delle classi 3^, 4^ e 5^ per fare ricerca e presentazioni in Power Point;
  • Progetto biblioteca: è stata creata una biblioteca interna con una catalogazione di tutti i libri e tutte le settimane una volontaria della Biblioteca di Pisano si rende disponibile per gestire il prestito dei libri come in una biblioteca pubblica;
  • Progetto atelier: è stato creato un atelier di pittura a ispirazione di Arno Stern: qui i bambini possono dipingere liberamente quello che di volta in volta preferiscono;
  • “E quindi uscimmo a riveder le stelle”: il Circolo Astrofili di Trezzano, un sabato sera di aprile, mette a disposizione i propri telescopi per far osservare il cielo a tutti i bambini e alle loro famiglie;
  • Progetto frutta: i bambini vengono invitati a consumare una piccola merenda a base di frutta e ortaggi o yogurt;
  • Progetto Orto: grazie alla collaborazione con genitori esperti, da quest’anno scolastico ha preso l’avvio il progetto “Orto”, che ha previsto alcuni preliminari incontri in aula in cui l’esperta ha raccontato brevi storie, un “gancio” emozionale prima di partire con la semina in giardino;
  • Progetto LIS: grazie alla collaborazione dei genitori, per il terzo anno i bambini hanno cantato in Lingua dei Segni in occasione della festa di Natale

 

DISTRETTI E CURRICOLO:Il vero nucleo del PTOF è la costruzione del Curricolo Verticale di istituto. Funzionale a tale obiettivo è l’articolazione dell’Istituto in tre distretti territoriali: Invorio, Lesa, Meina.Fanno capo al distretto di Meina: SI di Ghevio, SI di Meina, SI di Pisano, SI di Nebbiuno, SP di Meina, SP di Pisano, SP di Nebbiuno e SSPG di Meina.Il curricolo si compone di attività interdisciplinari e di scelte di ordine metodologico, valutativo, organizzativo e di contenuto, che hanno lo scopo di sviluppare competenze di cittadinanza e disciplinari, previste al termine del primo ciclo di istruzione.DIDATTICA INNOVATIVA E PER COMPETENZE:Nella realizzazione del curricolo verticale ogni comunità educante promuove una didatticainnovativa e laboratoriale con l’obiettivo di giungere all’acquisizione da parte dell’alunno di competenze, conoscenze, abilità ed atteggiamenti autonomi e responsabili.APERTURA AL TERRITORIO:I tre distretti nella progettazione delle attività curano i legami col territorio, promuovendo iniziative sinergiche.FORMAZIONE:Particolare spazio è dato alle attività di formazione proposte sia ai docenti sia ai genitori, in ambito di osservazione dell’alunno nel contesto educativo, gestione del team di lavoro e comunicazione scuola-famiglia.

Servizi

Servizi di cui la struttura è responsabile

Organizzazione e contatti

Dipende da
Contatti
  • Telefono: tel. 0322 58667
  • Email: primaria.nebbiuno@icvergante.edu.it

Sede