Cosa fa

La scuola dell’Infanzia di Nebbiuno è una Casa dei Bambini statale.

Si segue il pensiero educativo-pedagogico di Maria Montessori.

Il bambino sceglie autonomamente le attività costruendo un percorso di crescita del tutto personale e rispondente ai propri interessi.

Il materiale, che trova accuratamente preparato e ordinato all’interno dell’ambiente, lo invita all’azione.

Il materiale è a completa disposizione del bambino che sceglie per quanto tempo dedicarsi all’attività e la maestra garantisce che questa possa essere svolta senza interruzione, con fluidità e facendo in modo che il bambino possa concentrarsi.

Il materiale è vario, ma nell’ambiente se ne trova un’unica copia così che il bambino sperimenti anche l’attesa ed il rispetto per il lavoro altrui.

Gli alunni sono suddivisi in due sezioni, ma solo sulla carta.

Tutti i bambini hanno la possibilità scegliere dove andare e quale attività svolgere muovendosi in modo fluido all’interno dei vari ambienti: aula dell’accoglienza, aula di vita pratica e sensoriale, aula di psicolinguistica, psicoaritmetica e cosmica, zona dei grandi lavaggi e del fino motorio.

L’autonomia è sicuramente uno degli aspetti che trovano largo sviluppo nella scuola di Nebbiuno. Il fatto di pensare all’ambiente a misura di bambino favorisce la sua volontà di essere autonomo, di conquistare così potere decisionale e tutto ciò rafforza la sua identità e la sua autostima.

Il bambino sperimenta e si mette in gioco serenamente perché non si sente oppresso dal giudizio dell’adulto.

La maestra interviene evidenziando gli atteggiamenti socialmente scorretti, ma non stigmatizza l’errore. Durante le attività il materiale stesso è autocorrettivo: il bambino si accorge autonomamente  se ha mancato qualche passaggio. La maestra in questo caso si avvicina e, se necessario, ripresenta nuovamente il materiale.

Molto tempo della giornata è dedicato all’aria aperta.

L’educazione cosmica infatti permea tutto il pensiero di Maria Montessori.

Per un’educazione alla pace e al rispetto dell’altro il bambino impara a conoscere e prendersi cura dell’ambiente che lo circonda e che lo ospita. 

L’osservazione attenta e stimolata anche dall’adulto lo porta a sviluppare livelli di riflessione maggiori e trova così risposte alla sua sete di sapere e alla sua curiosità verso il Cosmo e i suoi abitanti.

Per questo la scuola offre anche la presenza di un orto didattico che i bambini gestiscono con piacere.

Da ottobre, in collaborazione con l’Associazione La Yurta nel bosco, il gruppo dei bambini dell’ultimo anno ha iniziato un progetto che consolida ed amplifica le esperienze legate all’Educazione Cosmica.

A gennaio si è avviato un progetto dedicato alla musica che rispetta la metodologia montessori.

Il bambino ha la possibilità di sviluppare le competenze musicali attraverso esperienze che permettono di “agire” la musica attraverso il corpo, ispirandosi alle intuizioni di alcuni grandi musicisti come Dalcroze, Orff e Kodaly.

Tutte le insegnanti sono formate con abilitazione riconosciuta dal Miur e collaborano insieme con una sinergia di intenti ormai da sei anni.

 

DISTRETTI E CURRICOLO: Il vero nucleo del PTOF è la costruzione del Curricolo Verticale di istituto. Funzionale a tale obiettivo è l’articolazione dell’Istituto in tre distretti territoriali: Invorio, Lesa, Meina. Fanno capo al distretto di Meina: SI di Ghevio, SI di Meina, SI di Pisano, SI di Nebbiuno, SP di Meina, SP di Pisano, SP di Nebbiuno e SSPG di Meina. Il curricolo si compone di attività interdisciplinari e di scelte di ordine metodologico, valutativo, organizzativo e di contenuto, che hanno lo scopo di sviluppare competenze di cittadinanza e disciplinari, previste al termine del primo ciclo di istruzione.

DIDATTICA INNOVATIVA E PER COMPETENZE: Nella realizzazione del curricolo verticale ogni comunità educante promuove una didatticainnovativa e laboratoriale con l’obiettivo di giungere all’acquisizione da parte dell’alunno di competenze, conoscenze, abilità ed atteggiamenti autonomi e responsabili.

APERTURA AL TERRITORIO: I tre distretti nella progettazione delle attività curano i legami col territorio, promuovendo iniziative sinergiche.

FORMAZIONE: Particolare spazio è dato alle attività di formazione proposte sia ai docenti sia ai genitori, in ambito di osservazione dell’alunno nel contesto educativo, gestione del team di lavoro e comunicazione scuola-famiglia.

 

Servizi

Servizi di cui la struttura è responsabile

Organizzazione e contatti

Dipende da
Contatti
  • Telefono: tel. 0322 58667
  • Email: infanzia.nebbiuno@icvergante.edu.it

Sede