MACROAREA “Comunicazione e linguaggi”_II A MEINA

A.s. 2019-2020

La MACROAREA “COMUNICAZIONE E LINGUAGGI” è stata avviata in classe e completata a distanza.

I docenti delle diverse discipline hanno trattato lo stesso argomento nei diversi ambiti di competenza:

Arte: il linguaggio del fumetto

Tecnologia: i mass media

Francese e Inglese: le onomatopee

Scienze: la voce e l’apparato fonatorio

Italiano: il linguaggio dantesco, le metafore e le similitudini

Scienze motorie: il linguaggio del corpo

Musica: il linguaggio musicale nelle colonne sonore 

Religione: il significato delle parole

In ogni disciplina, abbiamo riflettuto sul fatto che spesso, alla stessa parola, sono associati diversi significati. 

Per esempio, con una parola che tutti, ultimamente, abbiamo ascoltato molto spesso:  

Studiando il linguaggio dei fumetti, è stato interessante scoprire come cambiano le onomatopee nelle diverse lingue:

 

Al termine, abbiamo realizzato un gioco attraverso delle flashcard virtuali e delle sfide su Kahoot!.

Gli alunni hanno scelto come temi delle flashcard e delle sfide alcuni argomenti affrontati durante la DAD, così il materiale preparato potrà servire sia per presentare questi argomenti in maniera originale, sia per ripassare. 

Ecco i link delle flashcard:

https://quizlet.com/it/509870102/macroarea-flash-cards/?x=1jqU&i=2b5rsl

https://quizlet.com/it/511235727/macroarea-flash-cards/?x=1qqU&i=2bc301 

https://quizlet.com/_8fkn6r?x=1qqt&i=2b8x7h 

https://quizlet.com/_8fkkv2?x=1qqt&i=2b8x7h 

La parola agli alunni:Oggi comunicare è fondamentale. Comunicare non vuol dire comunicare soltanto con le parole o con la voce ma anche con le emozioni, sentimenti e pensieri, grazie ai quali riusciamo a conoscerci meglio.. “

“mi ha colpito molto la grande ricchezza di tutti i modi per comunicare”;

“Comunicare è parole, gesti, emozioni”;

“E’ stato bellissimo lavorare con i miei compagni anche attraverso lo schermo. Abbiamo studiato la comunicazione e comunicare è anche ascoltare, altrimenti non c’è collaborazione”;

Durante questo compito la cosa che mi ha colpito di più, oltre alla conoscenza di parole nuove di cui non ne sapevo l’esistenza, è stata l’unione e l’organizzazione della nostra classe. Non avrei mai pensato che in un periodo difficile come questo saremmo rimasti così uniti!”.