Scuola dell’Infanzia di Nebbiuno

Per quanto riguarda le attività apprestate dall’Infanzia di Nebbiuno per rispondere alle richieste della didattica a distanza, dobbiamo necessariamente fare una premessa che mette in luce i punti di criticità.

La didattica a distanza è sicuramente una procedura d’emergenza che soprattutto con i bambini piccoli risulta il più delle volte fallimentare.

In particolare per una scuola a metodo Montessori, nella quale il materiale è fondamentale nel processo di apprendimento basato sulla sensorialità e sul fare, diventa faticoso ed artificioso trovare proposte che siano in linea con la metodologia che identifica la nostra scuola.

Detto ciò, abbiamo proceduto come segue:

  • Primi contatti con le famiglie attraverso il canale wa con il prezioso aiuto delle rappresentanti di sezione finalizzati a mantenere viva la relazione ed il supporto emotivo.
  • Una volta attivata la piattaforma di classroom abbiamo scelto di proporre letture, canzoncine conosciute e cantate dai bambini per offrire una sorta di routine, attività di vita pratica e proposte di psicolinguistica, psicoaritmentica, fino-motorio così da garantire al bambino la possibilità di scegliere tra diverse alternative, come a scuola.
  • Tutte le proposte sono state effettuate in modalità asincrona perché con i bambini così piccoli lo schermo diventa un limite troppo grande: è sufficiente che la chiamata abbia qualche intoppo, che si perdano le parole o le espressioni della mimica e si compromette l’attenzione e la partecipazione.
  • Le call sono state attuate a piccoli gruppi per mantenere viva la relazione anche tra pari.

La risposta però non è stata molto partecipe. Probabilmente i bimbi sono troppo piccoli per vivere serenamente la relazione attraverso il video, mancano loro le competenze di attesa per potersi inserire in modo fluido nella chat, anche se si sono attivati più momenti così da garantire scambi tra un  numero esiguo di bambini.